TEDxVicenza 2017: Vis-à-Vision

TEDxVicenza 2017: Vis-à-Vision

Inizia il conto alla rovescia per la prossima edizione di TEDxVicenza 2017, che si terrà sabato 6 maggio al Teatro Comunale.

Nel 2015 con Planting the seeds abbiamo piantato il seme delle idee.

Nel 2016 con Play.Pause.Restart. abbiamo sottolineato la necessità di un costante rinnovamento personale e sociale.

Con il prossimo TEDxVicenza vogliamo proiettarci verso il futuro.

Mai come oggi è importante guardarsi allo specchio e trovare il coraggio di agire. Agire immaginando il cambiamento. Agire per costruire il domani con curiosità e passione. Agire senza paura di rischiare con idee innovative in grado di cambiare la nostra prospettiva.

E per farlo è necessario ritrovare fiducia in ciò che ci sarà dopo, sperimentare nuove alternative e nuove possibilità. Ecco da dove nasce Vis-à-Vision, il tema di TEDxVicenza 2017.

Vis-à-Vision è il nostro faccia a faccia con il futuro, una proiezione del domani che verrà. È il coraggio di aprirsi al confronto, di spingersi oltre, di avere un progetto a lungo termine.

Il prossimo TEDxVicenza vuole essere questo: un modo per mettersi in gioco e spalancare la nostra percezione visiva, uno stimolo a vivere il faccia a faccia con noi stessi, con la realtà in cui viviamo e con ciò che vogliamo davvero realizzare.

Sul palco saranno protagoniste le storie di chi ha avuto il coraggio di confrontarsi col presente per iniziare a disegnare la propria visione del futuro, attraverso nuove esperienze capaci di abbracciare prospettive inedite. Storie in grado di arrivare alla testa e al cuore, e da lì ripartire per immaginare davvero un nuovo domani. Storie visionarie che parlano di innovazione, arte, cultura, tecnologia, design, musica, sport: i temi che da sempre fanno di TEDx non un semplice evento, ma un’esperienza da vivere.

Vis-à-Vision è un gioco di parole che diventa simbolo del confronto di cui tutti abbiamo bisogno per progettare nuovi orizzonti. È una riflessione costruttiva sul futuro, su chi ci sarà e sull’eredità che lasceremo.

Perché gli attori del domani siamo noi oggi.

Tags:
Non ci sono ancora commenti. Scrivi il tuo!

Pubblica un commento