The power of WE: re-defining the fashion industry

The power of WE: re-defining the fashion industry

“Datti una possibilità”, gli era stato detto un giorno.
E quella possibilità Matteo Ward ha deciso di non darla semplicemente a se stesso, bensì a una visione che avrebbe cambiato per sempre la sua vita e quella di molte altre persone.

Laurea in economia alla Bocconi di Milano, un lavoro a Londra a tempo indeterminato nell’azienda di moda del cuore, tra le più famose al mondo: a soli 23 anni Matteo aveva già una carriera ben avviata, destinata a successi futuri garantiti. Eppure, non è tutto oro quello che luccica. E così Matteo conosce anche il rovescio di quell’universo apparentemente meraviglioso che è il fashion system, scoprendo una realtà non altrettanto meravigliosa. Questo, unito alla voglia di fare davvero qualcosa per contribuire ad avere un impatto positivo sugli altri, spinge Matteo a porsi una domanda imprescindibile.

Quando il prezzo sui cartellini degli abiti che compriamo è diventato più importante della vita delle persone che li producono?

L’industria della moda è oggi una delle più esaustive di risorse naturali e umane, seconda solo a quella petrolifera. Matteo matura allora una nuova consapevolezza. Anzi, una nuova visione, che mira a creare un cambiamento rivoluzionario. “Ciò che vestiamo non ci rappresenta più: vogliamo vestirci con qualcosa che uccide il pianeta e le creature che lo abitano? Io no! Bisogna pensare a un nuovo sistema moda in grado di preservare le risorse naturali e salvaguardare la vita delle persone che lo alimentano.”

Non indossiamo solo abiti, indossiamo anche la storia e la vita delle persone che li producono.

Nasce così WRÅD, un movimento e un purpose brand, il cui obiettivo è generare consapevolezza nei consumatori verso una moda sostenibile, che metta finalmente al centro il rispetto per le persone e per il pianeta.

WRÅD is not a brand, it’s our call to action!

Matteo Ward ha portato la sua storia sul palco di TEDxVicenza 2017 in un talk che è un inno alla consapevolezza e al cambiamento. Perché non si può più fare finta di niente: il potere di cambiare le cose è solo nostro. Ed è ora.

Matteo Ward è uno dei co-fondatori di WRÅD, un progetto improntato a cambiare il mondo della moda. Definirlo come un marchio sarebbe limitante alla missione di Matteo: Wrad, infatti, non è un brand, ma un invito ad agire. Matteo iniziò a riconsiderare la sua posizione nel mondo fashion dopo la scoperta che quella della moda è la seconda industria più inquinante al mondo. Nel 2015 lasciò il suo lavoro ad Abercrombie & Fitch, motivato da uno scopo ben preciso: essere parte attiva ed integrante di un cambiamento nel suo settore. WRÅD presto diventò una collaborazione di persone pronte a rivoluzionare il mondo della moda, nel nome del cambiamento. Nel giro di qualche mese partner istituzionali, investitori, contributori si unirono al movimento. L’obiettivo di WRÅD? Catalizzare la crescita di una moda sostenibile. Moda che vuole mettere in risalto le risorse umane e naturali per garantire un futuro alle generazioni che verranno. Si tratta di uno stile di vita per coloro che vogliono fare la differenza, che vogliono agire ed avere un impatto sul mondo, per coloro che aspirano a vivere wrad, alla continua ricerca di un cambiamento sostenibile.

Tags:
Non ci sono ancora commenti. Scrivi il tuo!

Pubblica un commento